Come ottenere finanziamenti a fondo perduto per il lavoro autonomo

I finanziamenti a fondo perduto e le altre agevolazioni per il lavoro autonomo attraverso il c.d. “Autoimpiego” (d.lgs. 185/2000 Tit. II), sono gestite nel nostro Paese da Invitalia, per la quale è ora possibile presentare nuove domande di ammissione a tali benefit solo ed esclusivamente per iniziative da realizzarsi nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

In particolar modo, possono presentare la domanda di accesso ai contributi a fondo perduto e alle altre agevolazioni dell’Autoimpiego, coloro che al momento della presentazione della domanda sono maggiorenni, non sono occupati, sono residenti nel territorio nazionale, ed hanno sede legale, operativa e amministrativa all’interno delle regioni di cui sopra. Oltre a quanto precede, Invitalia considera come essenziale la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà per carichi pendenti e informazioni iscritte nei casellari giudiziari.

In proposito, specifichiamo che ai sensi della normativa utile per poter ottenere finanziamenti a fondo perduto per autoimpiego, si intendono occupati – e non possono quindi avvalersi dell’agevolazione – titolari di rapporti di lavoro dipendente (a tempo determinato e indeterminato, anche a tempo parziale), i titolari di contratti di lavoro a progetto, intermittente o ripartito, i soggetti che esercitano una libera professione, i titolari di partita IVA, anche se non movimentata, gli imprenditori, familiari (nel caso di impresa familiare) e coadiutori di imprenditori, gli artigiani. Le ditte individuali devono inoltre essere costituite dopo la presentazione della domanda.

Ricordiamo ancora che la valutazione della domanda da parte di Invitalia presuppone non solamente la verifica formale dei requisiti minimi di ammissibilità, quanto anche la successiva verifica di merito sulla fattibilità economica dell’iniziativa e, pertanto, all’interno di tale iter valutativo è previsto un colloquio che è finalizzato alla verifica del possesso delle conoscenze e competenze necessarie alla realizzazione dell’iniziativa proposta.