Come ottenere finanziamenti a fondo perduto per il lavoro autonomo

I finanziamenti a fondo perduto e le altre agevolazioni per il lavoro autonomo attraverso il c.d. “Autoimpiego” (d.lgs. 185/2000 Tit. II), sono gestite nel nostro Paese da Invitalia, per la quale è ora possibile presentare nuove domande di ammissione a tali benefit solo ed esclusivamente per iniziative da realizzarsi nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

In particolar modo, possono presentare la domanda di accesso ai contributi a fondo perduto e alle altre agevolazioni dell’Autoimpiego, coloro che al momento della presentazione della domanda sono maggiorenni, non sono occupati, sono residenti nel territorio nazionale, ed hanno sede legale, operativa e amministrativa all’interno delle regioni di cui sopra. Oltre a quanto precede, Invitalia considera come essenziale la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà per carichi pendenti e informazioni iscritte nei casellari giudiziari.

In proposito, specifichiamo che ai sensi della normativa utile per poter ottenere finanziamenti a fondo perduto per autoimpiego, si intendono occupati – e non possono quindi avvalersi dell’agevolazione – titolari di rapporti di lavoro dipendente (a tempo determinato e indeterminato, anche a tempo parziale), i titolari di contratti di lavoro a progetto, intermittente o ripartito, i soggetti che esercitano una libera professione, i titolari di partita IVA, anche se non movimentata, gli imprenditori, familiari (nel caso di impresa familiare) e coadiutori di imprenditori, gli artigiani. Le ditte individuali devono inoltre essere costituite dopo la presentazione della domanda.

Ricordiamo ancora che la valutazione della domanda da parte di Invitalia presuppone non solamente la verifica formale dei requisiti minimi di ammissibilità, quanto anche la successiva verifica di merito sulla fattibilità economica dell’iniziativa e, pertanto, all’interno di tale iter valutativo è previsto un colloquio che è finalizzato alla verifica del possesso delle conoscenze e competenze necessarie alla realizzazione dell’iniziativa proposta.

Prestiti Online veloci: confronta le migliori offerte

Le spese al giorno d’oggi sono molteplici e non tutti riescono a farne fronte, specialmente se si tratta di una famiglia numerosa. E’ difficile arrivare a fine mese e nel caso in cui si debba far fronte ad una spesa improvvisa, l’unica cosa da fare è ricorrere senza dubbio ai prestiti online veloci.

La rete da la possibilità di riuscire a confrontare in tempo reale le migliori offerte e vedere le società che offrono i servizi migliori così da riuscire a valutare bene a chi chiedere un finanziamento. Una volta effettuata la scelta si dovrà svolgere altre indagini come ad esempio i costi di apertura pratica, di penali e clausole del contratto; tutte voci che potrebbero far lievitare il prezzo.

Quali compagnie sono piu’ affidabili?

Secondo alcune valutazione di esperti, una delle migliori è Findomestic che permette di ottenere un prestito veloce offrendo dei prestiti con TAN e TAEG molto convenienti rispetto ad altri. Anche Agos è valida così come Rataweb e IBL Banca.

Come velocizzare le pratiche?

Chi conosce l’utilizzo del computer riesce a velocizzare i tempi. Proprio per questa ragione anziché perdere ore per andare in filiale a richiedere un finanziamento sarà possibile aprire una pratica online (si dovrà scansionare tutti i documenti richiesti) e se approvata un agente ci contatterà direttamente al telefono, fornendoci maggiori dettagli sul finanziamento e magari prendendo appuntamento per firmare le carte.

Le risposte sono molto veloci in questo caso tanto che potrebbero essere necessari circa 3 giorni lavorativi; in alcuni casi bastano semplicemente 24 ore.

Posso confermare che, per esperienza personale, un prestito di 10.000 euro è stato approvato in 3/4 giorni mediante una richiesta effettuata online.

Provare non costa nulla e il prestito puo’ essere richiesto per qualsiasi tipo di ragione come ad esempio un viaggio e visto che siamo in estate, la miglior cosa è buttarsi sperando di avere fortuna!