Regali inquietanti

La mia migliore amica ieri mi ha chiamato per dirmi che mi aveva fatto un regalo. Ora, la cosa già di per sé era piuttosto strana, non ci facciamo mai regali a random se non per le feste comandate, per i compleanni o per le occasioni speciali. Questa volta non c’era nulla di tutto questo in ballo!

Le ho detto che non doveva e le ho chiesto cosa mi aveva preso un regalo gemello per me e per te! Un dissuasore elettrico legale. Cosa?! Mi ha detto che ha paura per me quando vado a lavorare presto di mattina in bicicletta e che ha paura per sé quando esce dall’ufficio di sera ed è da sola, per cui non ci ha pensato due volte e lo ha comprato per tutte e due.

Sono ancora sconvolta ed è passato un giorno. Da una parte non vedo l’ora che arrivi, perché mi dà l’impressione di essere uno di quegli aggeggi da spia che si vedono nei film e che fanno tanto figo. Dall’altro ho paura: e se mi tasero da sola? Mi sto attualmente informando e vedo che praticamente è impossibile, dato che sono tutti dotati di sicura onde evitare che succeda, ma sono un po’ una pasticciona, la paura mi rimane.

Ho visto che il modello che mi ha preso ha anche una funzione per fargli fare un suono che serve a mandar via animali selvatici o cani randagi, nella mia zona di montagna, specialmente di bestioline selvatiche grosse come i cinghiali, è pieno. Per quanto ami gli animali, sapere che potrò scacciarli nel caso in cui si dovessero avvicinare troppo, mi fa sentire già più al sicuro.

Non so se sia stata più pazza lei a comprarmelo o più folle io ad accettarlo. Quel che è certo è che è sempre meglio prevenire che curare.

Progetti per il futuro?

Io e mio marito abbiamo fatto 5 anni di matrimonio ieri, un traguardo importantissimo che soprattutto è arrivato provenendo da una strada, fortunatamente, tutta in discesa. Adesso abbiamo molti progetti per il nostro futuro, nei quali crediamo entrambi e ai quali vogliamo dedicarci per creare la famiglia che abbiamo sempre desiderato.

Il primo grande progetto è quello di mettere al mondo un figlio, abbiamo tante idee per nomi sia per maschietti che per femminucce, e sinceramente non riusciamo più a sopportare i nostri genitori che ogni volta ci chiedono “Ma un nipotino, a quando?”. Volevamo essere sicuri di avere una buona base economica che fosse solida e stabile e, per fortuna, adesso possiamo dire di averla.

Il secondo grande progetto è quello di riarredare interamente la nostra casa, l’abbiamo ereditata dai suoi nonni paterni e, oltre alla struttura, abbiamo preso anche i mobili e tutto quel che c’era al suo interno. Chiaramente dovremo sistemarla tutta anche in vista di un figlio o di una figlia nel futuro più prossimo.

Ieri, per il nostro anniversario, siamo andati a cena. Prima di andare a cena siamo passati al canile del nostro paese perché, essendo entrambi amanti degli animali e dei cani in particolare, abbiamo deciso di adottare un peloso. Le volontarie ci hanno spiegato che prima di affidarci il cane ci faranno fare un periodo di preaffido per valutare le nostre capacità, non vediamo l’ora di adottare un piccolo sfortunato.

Un altro grande progetto è quello di prendere una seconda casa per le vacanze, ci è venuto in mente quando abbiamo visto gli annunci per la vendita di appartamenti a Bolsena: ci piacerebbe prendere una casa per le vacanze, dato che siamo sempre stati amanti della natura, della pace e mio marito adora pescare.

Insomma, abbiamo un futuro fatto di sogni che adesso stanno iniziando a divenire sempre più concreti, non vediamo l’ora, tutti e due, di buttarci a capofitto in questo percorso emozionante e bellissimo che siamo sicuri ci darà tantissime soddisfazioni.

Il nonno è sempre il nonno

nonno

Mio nonno ha 85 anni, è una persona umilissima che ha vissuto la guerra, che ha fatto il bersagliere, che ha salvato le sorelle e le loro amiche dai nazisti, nascondendole in posti nascosti che solo chi era del suo paese poteva conoscere. Per me è una persona bellissima, però, nonno caro, non puoi andarti a impelagare così!

Andiamo per gradi. Mio nonno non sa cosa sia internet, cosa sia Facebook, forse ha visto il computer aperto una o due volte quando cercava la sede dell’assicurazione. Il risultato è che si presenta come vittima succulenta di chi invece, tutti questi mezzi, li conosce e li sa sfruttare.

L’altro giorno è tornato a casa in compagnia di una persona, l’ho salutato e ho salutato l’altra persona, e poi li ho sentiti chiacchierare. “Vede deve fare così, le arriverà una mail con scritto visita il sito web lei farà così e comprerà la stufa che vuole, ci sono dei prezzi meravigliosi!”. Mio nonno rispondeva che me ne sarei occupata io, e io ero abbastanza perplessa: una stufa? Perché comprarla se abbiamo il camino e viviamo in campagna, così da avere la legna a portata di mano?

Non sapevo cosa fare. Sono stata costretta a intervenire quando il signore stava chiedendo una mail, mio nonno non sapeva rispondere, “Una mela?” e non sto scherzando, è quello che gli ha chiesto sul serio. Mi sono intromessa nella loro discussione, piuttosto alterata, perché mi sembrava che il “signore” si fosse bellamente approfittato del fatto che mio nonno è anziano e ingenuo, non conoscendo certi elementi si fa presto ad approfittarsene.

Il “signore” mi ha risposto che lo stavo diffamando, millantando interventi legali e altri blablabla del genere. Per fortuna è tornata proprio in quel momento mia madre, capo di un’associazione consumatori e sempre pronta a battersi per difendere i più deboli, come gli anziani.

Dubito che rivedremo il “signore” in questa casa, ancora sento riecheggiare i toni da soprano utilizzati da mia madre per scacciarlo!

Il compleanno della mia ragazza

Regalo compleanno, extension capelli

Fra una settimana è il compleanno della mia ragazza e io non so veramente cosa regalarle: ha tutto e io sono veramente scarso nel concepire i regali. Ho chiesto a sua madre, di nascosto ovviamente, se sa darmi qualche idea e mi ha detto che si è recentemente fissata con le extension per capelli. Continua a leggere